Vai direttamente ai contenuti della pagina

Notizie

  • Adozioni in Nepal (09/08/2007)
    Continuano a pervenire sollecitazioni e doglianze da parte delle famiglie che hanno in corso procedimenti di adozione in Nepal che richiedono interventi nei confronti delle Autorità nepalesi affinchè siano sbloccate almeno le posizioni delle famiglie che hanno incontrato i bambini. Al riguardo si assicura il costante e ripetuto impegno della Commissione per le Adozioni Internazionali e del Ministero degli Affari Esteri che stanno svolgendo iniziative di sensibilizzazione per il superamento del blocco delle adozioni. Si segnala comunque che analoghe preoccupazioni sono state segnalate dalle Autorità francesi e americane con le quali si sta tentando un approccio comune al fine di superare l’attuale situazione di incertezza.
  • Comunicato: Informazione alle coppie in carico all'ente Chiara-Onlus (13/06/2007)
    La Commissione per le Adozioni Internazionali ha dato esecuzione alla sentenza del Tar Lazio n. 3037/2007 con la quale è stato accolto, con alcune limitazioni, il ricorso presentato da Chiara-Onlus sostenuto da interventi ad adiuvandum di alcune coppie. A tal fine, in data 11 giugno 2007, è stato firmato con l'associazione un accordo sostitutivo ai sensi dell'art. 11 della L. 241/90;
  • Comunicato: Informazione sulle procedure di adozione in Ucraina (13/06/2007)
    Si fa seguito ai precedenti comunicati per informare le coppie in attesa di realizzare un'adozione in Ucraina che, la Commissione è in costante contatto con gli enti autorizzati e con il Dipartimento Statale per l'Adozione e Protezione dei Diritti dei Minori di Kiev affinchè possano essere depositati da parte degli enti, tutti i fascicoli previsti dalla quota stabilita per l'Italia.
  • Comunicato: Informazione sulle procedure di adozione in Bielorussia (13/06/2007)
    Si fa seguito ai precedenti comunicati per informare le coppie in attesa di realizzare un'adozione in Bielorussia che la Commissione, d'intesa con il Ministero Affari Esteri, ha promosso ogni possibile azione di sensibilizzazione nei confronti del Governo bielorusso per l'accoglimento delle istanze di riesame presentate dalla Commissione ai sensi dell'art. 30 ter del Protocollo bilaterale firmato il 20 marzo c.a..
  • Comunicato: Informazione sulle procedure di adozione in Bulgaria (13/06/2007)
    Si fa seguito ai precedenti comunicati per informare le coppie in attesa di realizzare un'adozione in Bulgaria che, in data 31 maggio, si è tenuta una riunione di coordinamento degli enti autorizzati per la Bulgaria al fine di verificare la possibilità di nuovi interventi volti a rimuovere gli ostacoli frapposti dalle Autorità bulgare per l'adozione di minori da parte di cittadini stranieri. (continua)
  • Adozioni in Nepal (11/06/2007)
    Si informano le coppie che hanno in corso una procedura adottiva in Nepal che, a seguito del cambiamento della normativa interna, si è determinato un temporaneo blocco delle procedure pendenti e di quelle da avviare. La Commissione attraverso canali diplomatici ha sensibilizzato le autorità nepalesi, con le quali aveva già instaurato un rapporto di cordiale collaborazione, per il proseguimento delle procedure avviate. Si ha notizia che la nuova normativa è in fase di definizione e, pertanto, il rallentamento delle procedure dovrebbe esaurirsi in tempi brevi. La Commissione d' intesa con il Ministero Affari Esteri segue quotidianamente l'evoluzione della situazione interna al Nepal tenendo aggiornati gli enti e le coppie interessate.
  • PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI RIMBORSO PER ADOZIONE INTERNAZIONALE (08/06/2007)
    Si informano le famiglie interessate che possono essere presentate alla Commissione per le Adozioni Internazionali, entro il 31 luglio 2007, le domande di rimborso delle spese sostenute per adozione conclusa nell'anno 2006, secondo quanto stabilito dal DPCM 27 aprile 2006 pubblicato sulla G.U. dell'11 agosto 2006 e sul sito della Commissione per le Adozioni Internazionali. E' possibile stampare i modelli previsti per la presentazione delle domande cliccando su: - Testo del DPCM 27/4/2006 . Allegato A . Allegato B
  • PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI RIMBORSO PER ADOZIONE INTERNAZIONALE (08/06/2007)
    Si informano le famiglie interessate che possono essere presentate alla Commissione per le Adozioni Internazionali, entro il 31 luglio 2007, le domande di rimborso delle spese sostenute per adozione conclusa nell'anno 2006, secondo quanto stabilito dal DPCM 27 aprile 2006 pubblicato sulla G.U. dell'11 agosto 2006 e sul sito della Commissione per le Adozioni Internazionali www.commissioneadozioni.it.
  • Il ministro Bindi: "Un buon risultato. Da qui nascerà una collaborazione positiva con le autorità Bielorusse" (22/03/2007)
    Bielorussia, firmato protocollo fra CAI e Ministero dell'Istruzione di Belarus E’ stato sottoscritto oggi a Minsk un Protocollo di collaborazione tra la Commissione Adozioni Internazionali, presso la Presidenza del Consiglio della Repubblica italiana, e il Ministero dell’Istruzione della Repubblica di Bielorussia in materia di adozioni dei minori bielorussi da parte di cittadini italiani.
  • Definito un regime di “quote” per le adozioni dall'Ucraina (09/03/2007)
    Il 7 marzo scorso il Presidente della Cai, dott. Roberta Capponi, ha incontrato a Kiev la dott. Ludmilla Volynets, direttrice del Dipartimento Statale per l’Adozione e Protezione dei Diritti dei Minori della Repubblica Ucraina per concordare le modalità di collaborazione fra Italia e Ucraina sulle procedure di adozione di minori ucraini da parte di coppie italiane.
  • Comunicato: abolizione del permesso di soggiorno (08/03/2007)
    In data 7 marzo 2007 è stata registrata la Direttiva dei Ministri dell'Interno e delle Politiche per la Famiglia riguardante l'abolizione del permesso di soggiorno per il minore straniero adottato o affidato a scopo di adozione, firmata in data 21 febbraio 2007. TESTO DELLA DIRETTIVA
  • Aggiornamento per le coppie già in carico all’ente Chiara-Onlus (28/02/2007)
    Proseguono i colloqui con le coppie già in carico all’ente Chiara-onlus che attualmente non hanno ancora conferito incarico ad un altro ente. I colloqui sono finalizzati a chiarire lo stato dell’iter adottivo ed a orientare la scelta verso il paese ove concludere la procedura di adozione.
  • Regolamento riguardante modalità e condizioni deposito documenti per Ucraina (28/02/2007)
    In data 24 febbraio 2007 è entrato in vigore il nuovo "Regolamento riguardante Modalità e condizioni di deposito dei documenti da parte di cittadini stranieri che desiderano adottare un minore ucraino" che di seguito viene pubblicato. In esso sono, fra l'altro, indicati i giorni nei quali viene consentito il deposito dei fascicoli delle coppie presso il competente "Dipartimento Statale per adozione e protezione dei diritti di minori" dell'Ucraina. La Commissione per le Adozioni Internazionali ha comunicato all'Ambasciata d'Italia a Kiev e per il suo tramite al sopraindicato Dipartimento ucraino, che i fascicoli delle coppie italiane, depositati dai rappresentanti degli enti italiani autorizzati, devono essere accompagnati da una lettera della Commissione in quanto Autorità Centrale preposta all'esecuzione della convenzione de L'Aja ed autorità competente individuata nel nuovo Regolamento. E' imminente una missione in Ucraina per concordare le migliori modalità di collaborazione. Testo integrale del Regolamento in italiano Testo integrale del Regolamento in ucraino
  • Comunicato adozioni Ucraina (28/02/2007)
    In data 24 febbraio 2007 è entrato in vigore il nuovo "Regolamento riguardante Modalità e condizioni di deposito dei documenti da parte di cittadini stranieri che desiderano adottare un minore ucraino" che di seguito viene pubblicato. In esso sono, fra l'altro, indicati i giorni nei quali viene consentito il deposito dei fascicoli delle coppie presso il competente "Dipartimento Statale per adozione e protezione dei diritti di minori" dell'Ucraina. La Commissione per le Adozioni Internazionali ha comunicato all'Ambasciata d'Italia a Kiev e per il suo tramite al sopraindicato Dipartimento ucraino, che i fascicoli delle coppie italiane, depositati dai rappresentanti degli enti italiani autorizzati, devono essere accompagnati da una lettera della Commissione in quanto Autorità Centrale preposta all'esecuzione della convenzione de L'Aja ed autorità competente individuata nel nuovo Regolamento. E' imminente una missione in Ucraina per concordare le migliori modalità di collaborazione.
  • Informazione alle coppie già in carico all'ente Chiara - ONLUS (21/02/2007)
    Si informano le coppie già in carico all'ente Chiara - ONLUS, le quali non hanno ancora conferito incarico ad altro ente, che è stata costituita la preannunciata équipe di professionisti per il loro ascolto al fine di individuare le migliori modalità per la conclusione del progetto adottivo. Per esigenze organizzative e per poter assicurare nel più breve tempo possibile il maggior numero di incontri la suddetta équipe opererà a tempo pieno presso la sede della Commissione. La Commissione ringrazia comunque il Comune di Roma ed in particolare l'Assessore alle Politiche Sociali e alla Promozione della Salute per la sensibilità e la collaborazione offerta in occasione di un'emergenza che coinvolge un numero elevato di famiglie. Si è convinti che, come in passato, non mancheranno altre occasioni di collaborazione. Per l'organizzazione dei colloqui, le coppie che non hanno conferito incarico ad altro ente riceveranno una comunicazione scritta o telefonica, nel rispetto dell'ordine progressivo derivante dalla data del conferimento incarico all'ente Chiara - ONLUS.
  • Comunicato (09/02/2007)
    In data 20 dicembre 2006 la Commissione ha assunto la delibera n. 11/2006/AE/SG, con la quale sono state sospese le autorizzazioni concesse all'associazione Gruppo di Volontariato Solidarietà-Onlus per le procedure di adozione. La durata della sospensione è di tre mesi a decorrere dal giorno successivo alla data di comunicazione avvenuta l'8 febbraio u.s. e ciò al fine di consentire all'associazione di sanare le irregolarità riscontrate. Nella delibera si stabilisce inoltre che le coppie che hanno ricevuto un abbinamento o l'invito dalle Autorità straniere a presentarsi per l'abbinamento saranno temporaneamente prese in carico dalla Commissione al fine di non pregiudicarne l'iter adottivo. Per le coppie che si trovano all'estero o si apprestano a recarvisi per la conclusione dell'adozione, sarà l'Ente ad inviare alla Commissione la domanda documentata di "Autorizzazione all'ingresso e alla residenza permanente in Italia, pertanto non ci saranno conseguenze per le famiglie coinvolte.
  • COMUNICAZIONE ALLE FAMIGLIE CHE HANNO CONCLUSO LA PROCEDURA ADOTTIVA NELL'ANNO 2006 (29/01/2007)
    Al fine di evitare inutili ripetizioni di documenti e restituzione dei medesimi, si segnala che non possono essere presentate anzitempo le domande di rimborso riguardanti le adozioni concluse dopo il 31 dicembre 2005. Saranno pubblicati sul sito, in tempo utile, i termini e le modalità di presentazione delle domande. Si sottolinea inoltre che per le adozioni concluse entro il 31 dicembre 2005, il termine ultimo di presentazione delle domande è scaduto il 30 novembre 2006.
  • Comunicato (12/01/2007)
    La Commissione per le Adozioni Internazionali intende rassicurare le coppie in carico all'Associazione Chiara Onlus, alla quale con delibera n.10/2006/E/SG del 20.12.2006 sono state revocate le autorizzazioni per lo svolgimento delle attività previste dalla legge 476/98. Si rende noto che saranno prese in carico dalla CAI non solo – come già anticipato da un precedente comunicato - le coppie che, alla data dell’avvenuta comunicazione del provvedimento di revoca delle autorizzazioni, risultino aver avuto l’abbinamento con uno o più minori stranieri o ricevuto l’invito, da parte delle competenti Autorità estere, a presentarsi per la proposta di abbinamento, ma anche le coppie che hanno già predisposto la documentazione necessaria da presentare alle competenti autorità dei paesi stranieri, secondo la tempistica e le modalità indicate dai singoli paesi. La Commissione è ancora in attesa di conoscere dall’Associazione Chiara il numero complessivo delle coppie che si trovano nella situazione sopraindicata. La Commissione ha infatti chiesto all’Associazione di trasmettere con urgenza l’elenco nominativo di tutte le coppie prese in carico con l’indicazione dello stato di ogni singola procedura. Sono inoltre allo studio della Commissione apposite iniziative per garantire la migliore assistenza a tutte le altre coppie di aspiranti genitori adottivi in carico alla Associazione Chiara Onlus, al fine di assicurare la positiva conclusione della procedura adottiva.
  • Adozioni Internazionali in crescita nel 2006 (09/01/2007)
    Il 2006 per le adozioni internazionali si è chiuso con una crescita degli arrivi di oltre il 12%. I primi dati provvisori del consuntivo dei 12 mesi dell'anno appena concluso indicano l'ingresso nel nostro paese di 3185 bambini stranieri, oltre 300 in più rispetto al 2005. Il dato positivo, che certamente non è l'unico parametro per valutare la funzionalità del sistema, acquisisce comunque tanto più valore in presenza di persistenti difficoltà con alcuni paesi dell'est europeo da cui "storicamente" arrivavano più bambini nel nostro paese. Questo calo di arrivi dall'Europa orientale è stato però controbilanciato efficacemente da una netta crescita delle adozioni da paesi dell'Asia e dell'Africa verso i quali c'è una crescente disponibilità da parte della famiglie italiane. Il 2007 si apre quindi con prospettive positive anche in vista dell'entrata in vigore dell'intesa con la Cina e della prossima firma di un accordo con la Federazione Russa, che anche nel 2006 si è confermata il paese da cui giungono più minori.
  • COMUNICATO URGENTE (05/01/2007)
    Con Delibera n.10/2006/E/SG del 20.12.2006, la Commissione ha disposto la revoca delle autorizzazioni concesse all’Associazione Chiara Onlus per lo svolgimento delle attività previste dalla Legge 476/98. La Commissione è consapevole delle preoccupazioni e del disorientamento che può insorgere fra le coppie già in carico all’Associazione Chiara Onlus dopo aver appreso la notizia dell’intervenuta revoca dell’autorizzazione. Sono già in corso di approfondimento alcune iniziative mirate a fronteggiare tale situazione, al fine di sostenere le coppie ed assicurare loro la conclusione dell’iter adottivo. Si precisa sin d’ora che saranno prese in carico dalla Commissione le coppie per le quali, alla data dell’avvenuta comunicazione del provvedimento di revoca delle autorizzazioni, risultino aver avuto l’abbinamento con uno o più minori stranieri o ricevuto l’invito, da parte delle competenti Autorità estere, a presentarsi per la proposta di abbinamento. A breve saranno rese pubbliche, sullo stesso sito della Commissione, le modalità di intervento individuate per assicurare la conclusione dell’iter adottivo a tutte le coppie in carico all’Ente. Si rassicurano infine le coppie che in questi giorni si trovano all’estero per la fase finale dell’adozione, che all’Ente Chiara è comunque consentita la presentazione della documentazione necessaria al rilascio delle autorizzazioni all’ingresso e alla residenza permanente dei minori adottati o affidati a scopo di adozioni.
  • Rimborso delle spese sostenute per l'adozioni internazionali: aggiornamento alle famiglie (02/01/2007)
    Il 30 novembre 2006 è scaduto il termine per la presentazione delle domande di rimborso per le spese sostenute per l’adozione internazionale di minori, conclusa entro il 31 dicembre 2005. L’inserimento anagrafico delle domande pervenute è completa ed è già in corso l’istruttoria
  • Pubblicazione Albo Enti autorizzati. (02/01/2007)
    Il 29 dicembre 2006 è stato pubblicato sul Supplemento Ordinario n.250 della G.U. della Repubblica Italiana n.301, il nuovo Albo nazionale degli Enti autorizzati (previsto dall’art.39 comma 1, lettera c) della legge 4 maggio 1983, n.184, come sostituito dall'art. 3 della legge 31 dicembre 1998 n. 476 e dall’art. 8 del D.p.R. 1/12/1999, n. 492). Deliberazione n. 12/2006/AE/AUT/ALBO del 20 dicembre 2006
  • Finanziamento Progetti Sussidiarietà (02/01/2007)
    Il 30 dicembre 2006 è stato pubblicato sullla G.U. della Repubblica Italiana n.302, il nuovo bando per il finanziamento di progetti di sussidiarietà.
  • INGRESSI NELL'ANNO 2006 (07/12/2006)
    In crescita del 13,7% gli ingressi di bambini adottati nei primi 11 mesi del 2006.
  • VARATO DAL GOVERNO REGOLAMENTO SU COMPOSIZIONE E COMPITI DELLA CAI (07/12/2006)
    Bindi: “Primo passo per adozioni internazionali più efficaci e sicure”.
  • Post-Adozione (30/10/2006)
    AL VIA IL PROGETTO FORMATIVO SUL POST-ADOZIONE
  • Adozioni: La Cina apre le porte all'Italia (Ansa) (19/09/2006)
    Raggiunta dopo anni intesa su adozione bimbi cinesi.
  • Comunicato Bulgaria (18/09/2006)
    Incontro con il coordinamento delle famiglie in attesa di adozione in Bulgaria.
  • D.P.C.M. 27 aprile 2006 Funzionamento del Fondo di sostegno per le adozioni internazionali (18/09/2006)
    In data 11 agosto è stato pubblicato in G.U. il nuovo D.P.C.M. riguardante le modalità di presentazione delle domande per ottenere il rimborso per le spese sostenute per l'adozione internazionale, nello stesso giorno è stato pubblicato il D.P.C.M. che proroga il termine di presentazione delle domande dal 31 luglio al 30 novembre 2006.
  • D.P.C.M. 27 APRILE 2006 FUNZIONAMENTO DEL FONDO DI SOSTEGNO PER LE ADOZIONI INTERNAZIONALI (18/09/2006)
    In data 11 agosto è stato pubblicato in G.U. il nuovo D.P.C.M. riguardante le modalità di presentazione delle domande per ottenere il rimborso per le spese sostenute per l'adozione internazionale, nello stesso giorno è stato pubblicato il D.P.C.M. che proroga il termine di presentazione delle domande dal 31 luglio al 30 novembre 2006

Pagine: <<    1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16     >>

© Copyright 2011 Commissione per le Adozioni Internazionali - Tutti i diritti riservati - Credits