COMUNICATO PER LE FAMIGLIE ADOTTIVE IN VIETNAM

L’impegno della Commissione in stretto raccordo con il MAECI e l’Ambasciata Italiana ad Hanoi, insieme alle ambasciate dei paesi europei coinvolti e alla Delegazione dell’UE, sta procedendo in maniera efficace con esiti positivi per consentire l’ingresso in Vietnam, in deroga alle restrizioni in vigore, delle famiglie in attesa di completare le procedure di adozione.

Una prima operazione di ingresso nel Pase, si è svolta ad ottobre dello scorso anno, e ha coinvolto 36 coppie adottive europee, tra cui 8 italiane, che hanno portato a termine con successo le loro procedure adottive.

È previsto a breve un secondo gruppo di famiglie, circa 91 di cui 16 italiane.

La Commissione vuole rassicurare sulla fattiva collaborazione del Governo vietnamita che è molto attento alla programmazione e organizzazione di questa delicata operazione che coinvolgerà molte persone.

L’Ambasciatore Italiano ad Hanoi, i cui uffici informano regolarmente la CAI, ha reso noto che non risultano impedimenti allo svolgimento di questa seconda operazione e che il ritardo nell’avvio è dovuto a una serie di eventi nazionali, quali il Congresso del Partito di Governo, la pausa del Tet e da ultimo il cambio del Capo del Governo e del Presidente della Repubblica Socialista del Vietnam.

Confidiamo tutti in un prossimo avvio della seconda operazione alla quale auguriamo grande successo.

12-04-2021