Repubblica del Madagascar

La Repubblica del Madagascar ha ratificato la Convenzione de L’Aja n.33 del 29 maggio 1993 il 12 maggio 2004 ed il 1° settembre 2004 è entrata in vigore.

Referenti per l’adozione internazionale
Autorità Centrale
Autorité Centrale d'Adoption Malagasy (ACAM)
Ministère de la Population, de la Protection Sociale et de Promotion de la Femme [Ministero della popolazione, della protezione sociale e della promozione della donna]
Porte 402 – Immeuble Ministère de la Population 2, Rue Razanakombana, Ambohijatovo
101 Antananarivo
sito web www.population.gov.mg

Ambasciata della Repubblica del Madagascar in Italia
Ambasciata d’Italia in Sud Africa (competente per la Repubblica del Madagascar)
Ricerca Enti Autorizzati nella Repubblica del Madagascar

Compiti e funzioni dell’Autorità Centrale

  • raccoglie, archivia e scambia informazioni relative alla situazione del minore e degli aspiranti genitori adottivi, nella misura necessaria a rendere possibile l'adozione (art. 6 del Decreto n. 2006-596);
  • facilita, monitora e attiva la procedura di adozione (art. 6 del Decreto n. 2006-596);
  • promuove lo sviluppo di servizi di consulenza per l'adozione e per la fase del post- adozione (art. 6 del Decreto n. 2006-596);
  • autorizza alle adozioni i centri di accoglienza aventi vocazione sociale (art. 6 del Decreto n. 2006-596).

Procedura adottiva
Per maggiori informazioni sulla procedura prevista dalla normativa italiana: e-tutorial sull'adozione internazionale CAI

Requisiti delle coppie adottanti
Si tratta dei requisiti previsti dalla normativa locale che sono validi per le coppie adottive italiane solo qualora non contrastino con i requisiti previsti dalla normativa italiana.

  • coppie sposate eterosessuali di nazionalità malgascia o di cui almeno uno dei due coniugi è straniero residente in uno Stato estero parte della Convenzione de L’Aja n. 33 del 29 maggio 1993 (art. 57 comma 1 della Legge sull’adozione n. 2017-014):
    • che nel giorno in cui viene depositata la domanda di adozione non abbiano in carico - contando anche il figlio o i figli adottivi - più di tre figli (artt. 55 e 57 comma 1 della Legge sull’adozione n. 2017-014);
    • di cui almeno uno dei coniugi è di età minima di 30 anni e massima di 55 anni (artt. 55 e 57 comma 1 della Legge sull’adozione n. 2017-014).

Requisiti dei minori adottandi

  • minori di età inferiore a 15 anni (art. 59 della Legge sull’adozione n. 2017-014):
    • consegnati volontariamente dai genitori legittimi ad una struttura accreditata o abbandonati o i cui genitori sono sconosciuti o deceduti (art. 59 della Legge sull’adozione n. 2017-014);
    • affidati a un centro di accoglienza autorizzato alle adozioni con decisione giudiziaria (art. 59 della Legge sull’adozione n. 2017-014);
    • dichiarati adottabili dall’ACAM e iscritti nell'elenco dei minori adottabili (art. 59 della Legge sull’adozione n. 2017-014).

La Legge del Madagascar indica altresì che:

  • i minori capaci di discernimento devono sempre dare il consenso dell'adozione (art. 43 della Legge sull’adozione n. 2017-014).
    La legge del Madagascar condiziona l’adottabilità del minore al consenso dei seguenti soggetti:
  • di entrambi i genitori o di chi ne ha la responsabilità genitoriale (artt. 42 e 46 della Legge sull’adozione n. 2017-014);
  • della madre nel caso sia l’unica per la quale è stata stabilità l’esistenza del legame di filiazione (art. 47 comma 1 della Legge sull’adozione n. 2017-014);
  • di uno solo dei genitori laddove l’altro sia deceduto o impossibilitato a manifestare la propria volontà (art. 48 della Legge sull’adozione n. 2017-014);
  • della persona che, secondo la legge, i costumi o gli usi, ne ha la responsabilità - laddove i genitori siano deceduti o impossibilitati a manifestare la propria volontà -(art. 49 della Legge sull’adozione n. 2017-014); se non vi è accordo sul consenso all’adozione il giudice valuta il superiore interesse del minore (art. 49 comma 1 della Legge sull’adozione n. 2017-014);
  • dal centro di accoglienza accreditato in caso di minore abbandonato (art. 50 della Legge sull’adozione n. 2017-014).

Passaggi della procedura

  • La coppia dà l’incarico di avviare la procedura di adozione internazionale ad un ente autorizzato, il quale trasmette il fascicolo al Ministero degli affari esteri del Madagascar che poi lo trasmette all’ACAM (art. 63 della Legge sull’adozione n. 2017-014);
  • una volta ricevuto il fascicolo dell’adozione e aver dichiarato ammissibile la domanda di adozione dopo aver ottenuto un parere da parte del centro di accoglienza al quale è affidato il minore e da parte di un organo consultivo interministeriale, l'ACAM trasmette la proposta di abbinamento con un minore (artt. 64 e 65 della Legge sull’adozione n. 2017-014);
  • se la coppia accetta l’abbinamento, l’ACAM, una volta ricevuta l’accettazione, trasmette il fascicolo al presidente del Tribunale di prima istanza del luogo in cui risiede il minore (art. 66 della Legge sull’adozione n. 2017-014);
  • il fascicolo dell’adozione viene quindi trasmesso al pubblico ministero per le sue richieste entro i tre giorni successivi alla ricezione dello stesso (art. 69 della Legge sull’adozione n. 2017-014);
  • Il Tribunale di prima istanza può concedere un periodo di conoscenza tra la coppia e il minore della durata di un mese (art. 70 comma 1 della Legge sull’adozione n. 2017-014); durante questo periodo la coppia può ritirarsi dalla procedura e il giudice ne prende atto con un’ordinanza (art. 73 della Legge sull’adozione n. 2017-014); al termine del periodo di conoscenza il giudice riceve la relazione da parte dell’assistente sociale che aveva nominato per seguire la coppia e il minore in questa fase (artt. 71 e 72 della Legge sull’adozione n. 2017-014);
  • la sentenza viene pronunciata in udienza pubblica e notificata alle parti entro cinque giorni (artt. 75 e 76 della Legge sull’adozione n. 2017-014);
  • la sentenza può essere impugnata entro un mese dalla sua notifica; decorso tale termine l’adozione è irrevocabile (art. 100 della Legge sull’adozione n. 2017-014); una copia della sentenza di adozione viene trasmessa all’ufficio di stato civile del luogo in cui risiede il minore (art. 78 della Legge sull’adozione n. 2017-014);
  • una volta ottenuto il nuovo certificato di nascita del minore che menziona l’adozione e ottenuti il visto, il passaporto e tutti gli altri documenti necessari, il minore può lasciare il Madagascar con la coppia (art. 105 della Legge sull’adozione n. 2017-014).

Post-adozione
L’ente autorizzato trasmette all’ACAM in Madagascar le relazioni concernenti l’integrazione del minore, che devono essere redatte con cadenza semestrale durante il primo anno e con cadenza annuale fino al raggiungimento della maggiore età del minore (art. 71 della Legge sull’adozione n. 2005-014).

Normativa di riferimento

  • Loi n. 2005-014 du 07 Septembre 2005 relative à l’Adoption [Legge sull’adozione n. 2005-014];
  • Décret n. 2006-596 du 10 Août 2006 fixant les modalités d’application de la Loi relative à l’Adoption [Modalità di applicazione della Legge sull’adozione];
  • Décret n. 2007-907 modifiant certaines dispositions du Décret n. 2006-596 du 10 Août 2006 fixant les modalités d’application de la Loi n° 2005-014 du 07 Septembre 2005 relative à l’adoption [Modifiche ad alcune disposizioni del Decreto n. 2006-596];
  • Décret n. 2010-0882 du 14 Octobre 2010 modifiant et complétant certaines dispositions du Décret n° 2006-596 du 10 Août 2006 fixant les modalités d’application de la Loi n° 2005-014 du 07 Septembre 2005 relative à l’adoption [Modifiche e integrazioni ad alcune disposizioni del Decreto n. 2006-596];
  • Loi 2017-014 du 26 juillet 2017 relative à l'adoption (Legge sull’adozione n. 2017-014).

Link ed allegati