Repubblica di Colombia

La Repubblica di Colombia ha ratificato la Convenzione de L’Aja n.33 del 29 maggio 1993 il 13 luglio 1998 e il 1° novembre 1998 è entrata in vigore.

Referenti per l’adozione internazionale
Autorità Centrale
Instituto Colombiano de Bienestar Familiar (ICBF) [Istituto colombiano del benessere familiare]
Departamento administrativo para la prosperidad social [Dipartimento amministrativo per la prosperità sociale]
Avenida Carrera 68 n. 64C-75, Bogotà
e-mail direccion.general@icbf.gov.co
sito web www.icbf.gov.co

Ambasciata della Repubblica di Colombia in Italia
Ambasciata d’Italia nella Repubblica di Colombia
Ricerca Enti Autorizzati nella Repubblica di Colombia

Compiti e funzioni dell’Autorità Centrale

  • si occupa della prevenzione e della protezione integrale dell’infanzia, dell’adolescenza e del benessere delle famiglie in Colombia;
  • coordina le procedure di adozione internazionale;
  • regolamenta questioni relative ai minori e alle famiglie;
  • accredita gli enti che operano nel campo dell’adozione;
  • segue la fase del post-adozione.

Procedura adottiva
Per maggiori informazioni sulla procedura prevista dalla normativa italiana: e-tutorial sull'adozione internazionale CAI

Requisiti delle coppie adottanti
Si tratta dei requisiti previsti dalla normativa locale che sono validi per le coppie adottive italiane solo qualora non contrastino con i requisiti previsti dalla normativa italiana.

  • persone singole o coppie sposate con piena capacità di agire, in grado di garantire al minore le adeguate condizioni di crescita nella famiglia (art. 68 comma 1 del Codice dell’infanzia e dell’adolescenza);
  • coppie unite civilmente o conviventi in grado di dimostrare una ininterrotta convivenza di almeno due anni (termine che viene conteggiato, in caso di precedente unione, dall’eventuale decreto di divorzio di entrambi o di uno dei due (art. 68 comma 1.3 del Codice dell’infanzia e dell’adolescenza);
  • età minima di almeno 25 anni (art. 68 comma 1 del Codice dell’infanzia e dell’adolescenza);
  • differenza di età con il minore di almeno 15 anni (art. 68 comma 1 del Codice dell’infanzia e dell’adolescenza);
  • la presenza di figli legittimi, naturali o adottivi da parte degli adottanti non è di ostacolo all’adozione (art. 68 comma 1 par. 1° del Codice dell’infanzia e dell’adolescenza).

Requisiti dei minori adottandi

  • minori di età inferiore ai 18 anni, dichiarati adottabili o i cui genitori hanno fornito validamente il proprio consenso all’adozione (artt. 63 comma 1 e 66 del Codice dell’infanzia e dell’adolescenza).

Risultano al momento adottabili i minori con “bisogni speciali” (artt. 1-2 della Risoluzione dell'ICBF del 7 marzo 2019 n. 1600 prorogata con Risoluzione dell'ICBF del 2 marzo 2021 n. 1141) sulla base delle definizioni e delle indicazioni contenute nel capitolo 7 par. 3 della Guida alle buone pratiche “The implementation and operation of the 1993 Hague Intercountry adoption convention” dell’HCCH (Conferenza de L’'Aja di diritto internazionale privato).

Passaggi della procedura

  • la coppia dà l’incarico di avviare la procedura di adozione internazionale ad un ente autorizzato, il quale presenta all’ICBF la domanda di adozione internazionale (art. 72 del Codice dell’infanzia e dell’adolescenza e Paso 1 cap. V pag.177 della Risoluzione n.0239 del 19 gennaio 2021);
  • la Subdireccion de Adopciones interna all’ICBF valuta la domanda con il supporto di una équipe multidisciplinare e, se ritiene la coppia idonea, la procedura prosegue (art. 73 comma 2 del Codice dell’infanzia e dell’adolescenza e Pasos 4-5 cap. V pagg.185-192 della Risoluzione n.0239 del 19 gennaio 2021);
  • l’abbinamento della coppia con un minore è elaborato dalla competente sede Regionale dell’ICBF (art. 73 comma 2 del Codice dell’infanzia e dell’adolescenza e Paso 6 cap. V pagg.192-193 della Risoluzione n.0239 del 19 gennaio 2021);
  • la coppia riceve la proposta di abbinamento e, se la accetta, la risposta viene comunicata all’ICBF e la procedura prosegue (Paso 7 cap. V pagg. 193-195 della Risoluzione n.0239 del 19 gennaio 2021); se la coppia rifiuta, la risposta viene comunicata all’ICBF e il minore viene abbinato ad un’altra persona o coppia e, se il Comitato ritiene fondato il rifiuto, la coppia può restare in lista d’attesa per un nuovo abbinamento (Paso 7 cap. V pagg. 193-195 della Risoluzione n.0239 del 19 gennaio 2021)
  • la coppia, una volta ricevuta l’autorizzazione da parte della sede Regionale dell’ICBF, può recarsi nella Repubblica di Colombia per incontrare il minore e trascorrere con lui il periodo di tempo stabilito dalle autorità competenti, al fine di approfondire la reciproca conoscenza (Pasos 9-10 cap. V pagg. 197-199 della Risoluzione n.0239 del 19 gennaio 2021);
  • se il periodo di conoscenza tra la coppia e il minore viene valutato positivamente (Paso 11 cap. V pagg. 199-201 della Risoluzione n.0239 del 19 gennaio 2021), la procedura prosegue davanti al Giudice della famiglia di uno dei tribunali della Repubblica di Colombia, senza vincoli di competenza territoriale (artt. 124-125 del Codice dell’infanzia e dell’adolescenza);
  • il Giudice della famiglia emette la sentenza che decide l’adozione; il dispositivo della sentenza deve essere iscritto nel registro di Stato civile e comporta l’interruzione dei legami familiari precedenti l’adozione e la creazione di un legame di filiazione tra il minore e la coppia (art. 126 comma 1.5 del Codice dell’infanzia e dell’adolescenza);
  • la sentenza può essere impugnata presso la Corte suprema del distretto giudiziario del luogo in cui risiede il minore (art. 126 comma 2 del Codice dell’infanzia e dell’adolescenza);
  • una volta ottenuti tutti i documenti necessari e il certificato di conformità dell’adozione rilasciato dall’ICBF, il minore può lasciare la Repubblica di Colombia con la coppia (Paso 13 cap. V pagg. 204-205 della Risoluzione n.0239 del 19 gennaio 2021).

Post-adozione
L’ente autorizzato trasmette all’ICBF in Repubblica di Colombia le relazioni concernenti l’integrazione del minore con la seguente cadenza: una ogni semestre per un totale di quattro relazioni per i minori fino 7 anni e 11 mesi; una ogni semestre per un totale di sei relazioni per i minori di almeno 8 anni e per le fratrie (Paso 15 cap. V pagg. 206-208 della Risoluzione n.0239 del 19 gennaio 2021).

Normativa di riferimento

  1. Legge n. 75 del 30 dicembre 1968, che detta norme in materia di filiazione e decreta la costituzione dell’Instituto Colombiano de Bienestar Familiar;
  2. Legge n. 265 del 25 gennaio 1996, Approvazione della Convenzione sulla protezione dei minori e la cooperazione in materia di adozione internazionale;
  3. Legge n. 1098 dell’8 novembre 2006, Codice dell’infanzia e dell’adolescenza;
  4. Risoluzione dell’Instituto Colombiano de Bienestar Familiar n. 4274 del 6 giugno 2013 relativa allo sviluppo del Programma di Adozione dell’ICBF;
  5. Risoluzione dell’Instituto Colombiano de Bienestar Familiar n. 5503 del 12 luglio 2013 che modifica la Risoluzione n. 4274 del 2013;
  6. Risoluzione dell’Instituto Colombiano de Bienestar Familiar n. 555 del 7 febbraio 2017 che modifica la Risoluzione n. 4274 del 2013;
  7. Risoluzione dell’Instituto Colombiano de Bienestar Familiar n. 2551 del 29 marzo 2016, con la quale sono approvate le Linee Guida Tecniche Amministrative del Programma di Adozione e vengono emesse altre disposizioni;
  8. Risoluzione dell’Instituto Colombiano de Bienestar Familiar n. 2696 del 31 marzo 2016 che precisa alcuni punti della Risoluzione n. 2551 del 29 marzo 2016;
  9. Risoluzione dell’Instituto Colombiano de Bienestar Familiar n. 13368 del 23 dicembre 2016 con la quale sono modificate le Linee Guida Tecniche Amministrative del Programma di Adozione e vengono emesse altre disposizioni;
  10. Legge n. 1878 del 9 gennaio 2018 che modifica alcuni articoli della Legge 1098 del 2006;
  11. Risoluzione dell’Instituto Colombiano de Bienestar Familiar n. 1600 del 5 marzo 2019 che per due anni sospende le adozioni internazionali di determinate categorie di minori;
  12. Risoluzione dell’Instituto Colombiano de Bienestar Familiar n. 4711 del 6 giugno 2019 con la quale sono modificate le Linee Guida Tecniche Amministrative del Programma di Adozione;
  13. Risoluzione dell’Instituto Colombiano de Bienestar Familiar n. 0239 del 19 gennaio 2021 che modifica le Linee guide Tecniche Amministrative del Programma di Adozione;
  14. Risoluzione dell’Instituto Colombiano de Bienestar Familiar n. 0468 del febbraio 2021 che approva le Linea guida tecnico amministrative delle Strategie che promuovono l’adozione;
  15. Risoluzione dell’Instituto Colombiano de Bienestar Familiar n. 1141 del 2 marzo 2021 che proroga la Risoluzione 1600 del 5 marzo 2019 attraverso la quale vengono prese decisioni relative al Programma di adozione.

Link ed allegati