Malawi

La Repubblica di Malawi non ha ratificato la Convenzione de L’Aja n.33 del 29 maggio 1993.

Referenti per l’adozione internazionale

Ministry of Gender, Children, Disability, and Social Welfare [MGCDSW] (Ministero del genere, dei minori, della disabilità e del benessere sociale)
Gemini House, City Centre
Private Bag 330, Lilongwe 3
e-mail info@gender.gov.mw
sito web http://www.gender.gov.mw

Ambasciata della Repubblica di Malawi nel Regno del Belgio competente per l’Italia
Ambasciata d’Italia nella Repubblica dello Zambia competente per la Repubblica di Malawi
Ricerca Enti Autorizzati in Repubblica di Malawi


Compiti e funzioni dell’Autorità Centrale

  • Gestisce e supervisiona le procedure di adozione nazionale e internazionale nella Repubblica di Malawi nel rispetto delle leggi e dei regolamenti vigenti.


Procedura adottiva

Per maggiori informazioni sulla procedura prevista dalla normativa italiana: e-tutorial sull'adozione internazionale CAI


Requisiti delle coppie adottanti

Si tratta dei requisiti previsti dalla normativa locale che sono validi per le coppie adottive italiane solo qualora non contrastino con i requisiti previsti dalla normativa italiana.

  • persone singole o coppie sposate di almeno 25 anni di età (art. 3, comma 1, dell’Adoption Children Act); il Tribunale competente può autorizzare qualunque persona non sposata desiderosa di adottare un minore (art.2, comma 1, Adoption Children Act);

  • differenza di almeno 21 anni con il minore, a meno che il Tribunale competente non ritenga che vi siano circostanze speciali che giustifichino l’adozione (art. 3, comma 1, dell’Adoption Children Act);

  • nel caso di persona singola di sesso maschile l’adozione può avvenire solo nei confronti di un minore dello stesso sesso, a meno che il Tribunale competente non ritenga che vi siano circostanze speciali che giustifichino l’adozione (art. 3, comma 2, dell’Adoption Children Act);

  • essere residenti nella Repubblica di Malawi (1) (art. 3, comma 5, dell’Adoption Children Act).

Ulteriori aspetti rilevanti secondo la normativa della Repubblica di Malawi:

  • consenso dell’altro coniuge, a meno che sia irrintracciabile, sia incapace di fornirlo o qualora i due coniugi siano separati e tale separazione sia permanente (art. 3, comma 4, dell’Adoption Children Act).

(1) Sebbene non formalizzato in alcun documento normativo ufficiale, si segnala che, a seguito di una pronuncia della Corte Suprema della Repubblica di Malawi, dell’11 giugno 2009, è stata consentita l'adozione anche a favore di aspiranti genitori adottivi stranieri privi del requisito della residenza purché non siano visitatori temporanei e abbiano un serio impegno o legame con la Repubblica di Malawi.


Requisiti dei minori adottandi

  • minori di anni 21 (art. 2, comma 2, dell’Adoption Children Act);

  • minori i cui genitori biologici, o il tutore, o coloro i quali ne hanno l’effettiva custodia o sono tenuti al loro mantenimento, abbiano fornito il proprio consenso all’adozione; tale consenso può essere dispensato dal tribunale competente qualora suddetti soggetti abbiano abbandonato il minore, lo abbiano colpevolmente trascurato, o abbiano rifiutato di mantenerlo, o non siano rintracciabili o non siano in grado di fornire il loro consenso (art. 3, comma 3, dell’Adoption Children Act).


Passaggi della procedura

  • La coppia conferisce l’incarico di avviare la procedura di adozione internazionale ad un ente autorizzato, il quale trasmette il fascicolo della coppia al MGCDSW nella Repubblica di Malawi;

  • il MGCDSW valuta l’idoneità della coppia, la completezza della documentazione e trasmette la proposta di abbinamento con il minore;

  • la domanda di adozione deve essere presentata al Tribunale competente, la quale può disporre anche l’affidamento preadottivo del minore per un periodo non superiore a due anni (art. 7, comma 1, dell’Adoption Children Act);

  • il giudice in ogni caso provvede comunque alla nomina di un curatore speciale che è tenuto a salvaguardare gli interessi del minore in attesa della determinazione del procedimento di adozione, lo rappresenta in giudizio e presenta una relazione sull’interazione tra il minore e la coppia (art. 9, comma 3, dell’Adoption Children Act);

  • il Tribunale competente, verificati tutti i requisiti richiesti dalla legge, emette il provvedimento di adozione (art. 4 dell’Adoption Children Act);

  • il giudice ordina infine la trascrizione del provvedimento di adozione nell’apposito registro dei minori adottati (art. 12, comma 2, dell’Adoption Children Act).


Post-adozione

Non sono indicati particolari adempimenti.


Normativa di riferimento

 


Link ed allegati