Senegal

ATTENZIONE: in seguito alle modifiche della normativa interna senegalese in materia di adozioni, sono stati riattivati e sono in corso i contatti con l’Autorità Centrale della Repubblica del Senegal, per sottoscrivere un protocollo applicativo finalizzato alla ripresa delle procedure di adozione internazionale.

La Repubblica del Senegal ha aderito alla Convenzione de L’Aja n.33 del 29 maggio 1993 il 24 agosto 2011 e il 1° dicembre 2011 è entrata in vigore.

Referenti per l’adozione internazionale

Autorità Centrale

Autorité centrale compétente en matière d'adoption internationale (ACCAI) [Autorità centrale competente in materia di adozione internazionale]
Direction de l’Education Surveillée et de la Protection Sociale, Ministère de la Justice [Direzione dell’educazione controllata e della protezione sociale, Ministero della giustizia]
Rue 9 Allées Seydou Nourou Tall X Bourguiba Point E lot 2 BP: 14736 Dakar Peytavin
e-mail snautoritecentralecompetente@gmail.com

 

Ambasciata della Repubblica del Senegal in Italia
Via Stoppani, 7 – 00197, Roma
tel. +39 066872381
fax +39 0668219294
e-mail 
ambasenequiri@tiscali.it

Ambasciata d’Italia nella Repubblica del Senegal
Ricerca Enti Autorizzati in Repubblica del Senegal


Procedura adottiva

Per maggiori informazioni sulla procedura prevista dalla normativa italiana: e-tutorial sull'adozione internazionale CAI


Requisiti delle coppie adottanti

Si tratta dei requisiti previsti dalla normativa locale che sono validi per le coppie adottive italiane solo qualora non contrastino con i requisiti previsti dalla normativa italiana.

  • coppie sposate da almeno 5 anni e almeno uno dei coniugi deve di età minima di 30 anni (art. 224, comma 1 del Codice della famiglia);
  • persone singole di età minima di 35 anni (art. 224, comma 3 del Codice della famiglia);
  • differenza di età di tra gli adottanti e il minore di almeno 15 anni (art. 225 del Codice della famiglia)

La legge senegalese specifica altresì che:

  • è richiesta l’assenza di figli biologici o discendenti legittimi al momento della presentazione della domanda di adozione, salvo dispensa del Presidente della Repubblica del Senegal (art. 226 del Codice della famiglia); tuttavia, in caso di adozione da parte di coniugi o da parte del coniuge di figli del coniuge, è sufficiente che al momento della presentazione della domanda di adozione i coniugi non abbiano avuto un figlio dalla loro unione; l'esistenza di figli adottivi non preclude l'adozione, né quella di uno o più discendenti nati dopo l’accoglienza in casa del minore o dei minori da adottare.


Requisiti dei minori adottandi

  • minori dichiarati abbandonati dal Tribunale (art. 229 del Codice della famiglia);
  • minori non emancipati per i quali i genitori o il consiglio di famiglia hanno validamente acconsentito all’adozione (art. 229 del Codice della famiglia);
  • minori i cui genitori biologici, o uno solo di essi, o il consiglio di famiglia se i genitori sono assenti abbiano fornito il proprio consenso all’adozione (art. 230 del Codice della famiglia).

La legge senegalese specifica altresì che:

  • i minori che hanno compiuto 15 anni di età devono fornire il proprio consenso all’adozione (art. 231 del Codice della famiglia).


Passaggi della procedura

  • la coppia conferisce l’incarico di avviare la procedura di adozione internazionale ad un ente autorizzato, il quale trasmette il fascicolo in Repubblica del Senegal;
  • la coppia presenta domanda per il collocamento in vista dell’adozione al Tribunale regionale di residenza del minore e, se del caso, il Presidente del Tribunale la concede (art. 234 del Codice della famiglia);
  • il collocamento consiste nel permettere al minore, dichiarato definitivamente adottabile, di trascorrere del tempo con la coppia adottante ed è preliminare all’adozione (art. 234 del Codice della famiglia);
  • la coppia presenta quindi domanda di adozione al Tribunale di prima istanza del luogo in cui ha il domicilio il minore, o in mancanza, al Tribunale regionale di Dakar (art. 236 del Codice della famiglia);
  • il Tribunale, dopo aver verificato il rispetto di tutti i requisiti e delle condizioni stabilite dalla legge e aver svolto se necessarie ulteriori indagini, pronuncia sentenza non motivata di adozione (art. 237 del Codice della famiglia);
  • la sentenza può essere impugnata in appello entro trenta giorni (art. 237 del Codice della famiglia);
  • nei quindici giorni successivi al giorno in cui la decisione non è più suscettibile di impugnazione si procede alla trascrizione e alle annotazioni nei registri di stato civile (art. 239 del Codice della famiglia);
  • una volta ottenuti i documenti necessari, il minore può lasciare la Repubblica del Senegal con la coppia.


Post-adozione

Non sono previsti adempimenti.


Normativa di riferimento


Link ed allegati