Repubblica di Haiti

La Repubblica di Haiti ha ratificato la Convenzione de L’Aja n.33 del 29 maggio 1993 il 16 dicembre 2013 e il 1° aprile 2014 è entrata in vigore.

Referenti per l’adozione internazionale
Autorità Centrale
Institut du Bien-Etre Social et de Recherches (IBESR) [Istituto del benessere sociale e delle ricerche]
Ministère des affaires sociales et du travail
13, Rue des Marguerites, Turgeau, Port-au-Prince
e-mail dgibesr@yahoo.fr

Ambasciata della Repubblica di Haiti in Italia
Via di Villa Patrizi, 7-7°, 00161, Roma
tel. +39 06 44254106/7
fax +39 06 44254208
e-mail segreteria@ambhaiti.it

Ambasciata d’Italia a Panama competente per la Repubblica di Haiti
Ricerca Enti Autorizzati in Repubblica di Haiti

Compiti e funzioni dell’Autorità Centrale

  • svolge verifiche relative alla situazione familiare e sociale del minore;
  • predispone il fascicolo del minore, si pronuncia sulla sua adozione, tiene le relazioni tra le parti coinvolte e cura i registri dei minori adottabili;
  • rilascia l’approvazione per l’adozione del minore e supervisiona il periodo di socializzazione con gli aspiranti genitori adottivi;
  • segue la fase del post-adozione;
  • autorizza e controlla il funzionamento degli enti autorizzati nella repubblica di Haiti;
  • garantisce che la legislazione in materia di adozione sia applicata correttamente e che vi sia una corretta diffusione delle informazioni sull'adozione nazionale e internazionale;
  • coopera con le Autorità centrali degli altri Paesi.

Procedura adottiva
Per maggiori informazioni sulla procedura prevista dalla normativa italiana: e-tutorial sull'adozione internazionale CAI

Requisiti delle coppie adottanti
Si tratta dei requisiti previsti dalla normativa locale che sono validi per le coppie adottive italiane solo qualora non contrastino con i requisiti previsti dalla normativa italiana.

  • coppie sposate eterosessuali dopo 5 anni di matrimonio, che non siano fisicamente separati, ossia che convivano abitualmente (art. 8, comma 1 della Loi réformant l’adoption); età minima di 30 anni di almeno uno dei due coniugi e massima di 50 anni del più anziano (artt. 8, comma 1 e 11 della Loi réformant l’adoption);
  • coppie eterosessuali non sposate dopo 5 anni di convivenza (art. 9 della Loi réformant l’adoption); età minima di 30 anni di almeno uno dei due e massima di 50 anni del più anziano (artt. 9 e 11 della Loi réformant l’adoption);
  • persone singole di età minima di 35 anni e massima di 50 anni (art. 10 della Loi réformant l’adoption);
  • differenza di età con il minore di almeno 14 anni (art. 12 della Loi réformant l’adoption).

La legge haitiana specifica altresì che:

  • se l’aspirante genitore adottivo ha già dei figli biologici o adottati di età pari o superiore a 8 anni, essi devono esprimere il proprio parere sull'adozione (art. 14 della Loi réformant l’adoption);
  • è richiesta l’assenza di condanne penali e la non decadenza della responsabilità genitoriale (art. 7, comma1 della Loi réformant l’adoption).

Requisiti dei minori adottandi

  • minori di 16 anni (art. 17 della Loi réformant l’adoption):
    • orfani, abbandonati o i cui genitori siano sconosciuti o siano stati dichiarati decaduti della responsabilità genitoriale (art. 19 della Loi réformant l’adoption);
    • i cui genitori biologici o tutori abbiano fornito il proprio consenso all’adozione (art. 19 della Loi réformant l’adoption).

La legge haitiana specifica altresì che:

  • i minori che hanno compiuto i 12 anni di età devono fornire il proprio consenso all’adozione e i minori che hanno compiuto gli 8 anni devono esprimere il proprio parere sull’adozione (art. 18 della Loi réformant l’adoption).

Passaggi della procedura

  • la coppia dà l’incarico di avviare la procedura di adozione internazionale ad un ente autorizzato, il quale trasmette il fascicolo all’IBESR nella Repubblica di Haiti (art. 47 della Loi réformant l’adoption);
  • la coppia riceve la proposta di abbinamento con un minore e ha 15 giorni per accettarla o rifiutarla (art. 49 della Loi réformant l’adoption);
  • l’ente autorizzato trasmette all’IBESR la risposta della coppia (art. 50 della Loi réformant l’adoption); se la coppia accetta la proposta la procedura prosegue (art. 51 della Loi réformant l’adoption)
  • una volta ricevuta l’accettazione da parte della coppia, l’’IBESR autorizza il periodo di conoscenza e la coppia si reca nella Repubblica di Haiti per incontrare il minore e trascorrere con lui circa due settimane (art. 52 della Loi réformant l’adoption);
  • trascorso il periodo di conoscenza, l’IBESR, nei 10 giorni lavorativi successivi, redige una relazione che autorizza o nega l’adozione (art. 53 della Loi réformant l’adoption);
  • il fascicolo dell’adozione viene inviato al Tribunale di prima istanza per la prosecuzione della procedura (art. 54 della Loi réformant l’adoption);
  • il Tribunale pronuncia il provvedimento di adozione, impugnabile entro i 30 giorni successivi presso la Corte d’Appello; scaduti i termini per l’impugnazione, l’adozione è definitiva (artt. 55 e 56 della Loi réformant l’adoption);
  • l’IBESR rilascia, entro i 10 giorni lavorativi successivi all’adozione, un certificato della stessa (art. 59 della Loi réformant l’adoption);
  • una volta ottenuti tutti i documenti necessari, il minore può lasciare la Repubblica di Haiti con la coppia.

Post-adozione
L’ente autorizzato trasmette al IBESR nella Repubblica di Haiti le relazioni concernenti l’integrazione del minore con cadenza semestrale il primo anno e poi annuale per un totale di 8 anni successivi all’adozione (art. 59 della Loi réformant l’adoption).


Normativa di riferimento


Link ed allegati